LIBRI DAL COMO’ Streghetta. Una strana compagna di banco

“Non credere a ciò che si vede, non vedere ciò che si crede: ecco cosa succede, ad avere una giovane strega come vicina di casa.”

 Per non parlare di cosa potrebbe accadere se la strega diventasse la nostra compagna di banco!

Ne sa qualcosa Miriam Donati, alunna della I B della scuola media di Chiaravalle.

Una mattina come tutte le altre entrò in classe e si sedette al suo posto, accanto alla finestra. Tirò fuori dalla cartella quaderni e matite, ordinate per lunghezza e colore. Si aggiustò il cerchietto sui capelli castani. Guardò fuori. E qualcuno guardò lei. «Ciao!» fece quel qualcuno. «Mi fai entrare?» C’era una ragazza, fuori dalla finestra, appesa chissà dove, che si dondolava a testa in giù e fissava Miriam con grandi occhi azzurri e sorridenti. Con un movimento elegante si capovolse e atterrò in piedi sul cornicione. Sospesa nel vuoto.”

È così che si presenta Priscilla Applepot il suo primo giorno di scuola lasciando Miriam sbalordita. Ma un mignolo alzato significa una promessa e, seppur piuttosto confusa, porgendole il suo Miriam accetta di non rivelare a nessuno quello che ha appena visto.

Priscilla “aveva una massa di capelli ricci neri e ribelli che fluttuavano in tutte le direzioni. Indossava un lungo abito viola, che le andava largo, ed era avvolta da una mantellina dello stesso colore, con delle toppe rosse qua e là. Al polso aveva una fila di braccialetti scintillanti. Dietro l’orecchio portava una penna con il cappuccio a forma di stella” … ma soprattutto sembra non avere la minima idea di come ci si comporti a scuola, pare non ci sia mai stata e quando entrano in classe i fratelli Belfiore, i figli del preside, cominciano i guai. Gianfrancesco e Clarabella sono infastiditi dalle stramberie che racconta Priscilla e si rivolgono a lei in modo sgarbato e ostile, Priscilla si innervosisce ma i due non la smettono, la deridono e le fanno i dispetti, lei è furiosa, i suoi occhi cambiano colore e… i denti di Gianfrancesco diventano blu! Poco dopo i capelli di Clarabella prendono fuoco mentre fuori scoppia un violentissimo temporale: le finestre si spalancano di colpo e l’aula è inondata dalla pioggia. Qualche istante dopo la tempesta si placa. Sono tutti inzuppati, tutti tranne Miriam e… Priscilla è sparita.

Del paesino di Chiaravalle si diceva fosse un posto in cui non accadeva mai niente di niente, ma quella mattina Miriam aveva già visto troppe cose!

Nonostante ciò decide di andare a cercare Priscilla a casa sua, a Villa Applepot, sa dov’è, l’ha vista la mattina stessa appena sveglia, dirimpetto alla sua, e anche la sua mamma e il suo papà l’hanno vista rimanendo di stucco perché fino al giorno prima non c’era mai stata.

Chi ci sarà nella Villa? Cosa nasconde al suo interno?

Resistere alla curiosità di conoscere i misteri che avvolgono Priscilla è davvero difficile, perciò cosa aspettate? Armatevi di curiosità e coraggio e immergetevi in questa divertentissima storia ricca di situazioni sorprendenti e fuori dall’ordinario.

È una storia che vi farà ridere molto, ma saprà anche farvi arrabbiare e incuriosire, gioire e irritare perché oltre a sorprendervi con la sua magia, STREGHETTA vi stupirà per il suo modo di vivere e di sentire le emozioni, per il suo essere diversa e allo stesso tempo molto simile a noi “MagiMancanti”.

Claudia & Livia


Streghetta. Una strana compagna di banco. Gisella Laterza, Salani, 2022.

Se desideri prenotare la tua copia clicca qui